AREA interpreta la propria attività di impresa di pulizie ponendosi come obiettivo il miglioramento dell’armonia ambientale, al fine di garantire la salute dell’uomo e una migliore qualità della vita.

Login

Feed RSS

29 novembre 2009

Internet for Peace

internet_for_peace.jpgE se il prossimo Premio Nobel per la Pace fosse assegnato ad Internet? Wired Italia ha presentato in questi giorni il progetto Internet for Peace, con il quale il Web viene candidato ufficialmente al Premio Nobel per la Pace 2010.

L’idea, a cui è dedicato il numero di Wired di dicembre, vede coinvolti numerosi ambasciatori e sostenitori, tra i quali il Premio Nobel per la Pace Shirin Ebadi, il professor Umberto Veronesi, lo stilista Giorgio Armani, e le redazioni di Wired USA e Wired Uk.

Internet è l’unico strumento di comunicazione globale in grado di oltrepassare anche le distanze imposte da restrizioni di tipo politico e militare.

Ogni mese, fino a settembre 2010, la rivista Wired racconterà storie ed esperienze di chi cerca di costruire la pace attraverso Internet, e per ogni storia sarà realizzato un video da Current Tv trasmesso in Italia, in Inghilterra e negli Stati Uniti.

Molte aziende hanno già accolto l’invito di Wired Italia a sostenere la candidatura di Internet al Premio Nobel per la Pace: Sony Ericsson, Tiscali, Fineco, Fastweb, Microsoft Italia, Telecom Italia, Unendo Energia, Vodafone Italia, Citroën e H3G hanno realizzato dieci differenti pagine creative a sostegno di Internet for Peace che la rivista pubblicherà sul numero di dicembre.

A noi di Area pulizie piace molto l’idea che il Nobel per la Pace possa essere assegnato non ad un singolo individuo ma a tutte le persone e le aziende che ogni giorno si incontrano, si confrontano e si relazionano grazie ad Internet.


Scrivi un commento